Tiglio: in caso d’insonnia, nervosismo e disturbi delle vie aeree…(e non solo!).

E’ un albero longevo che supera i 250 anni di vita e raggiunge dimensioni notevoli. Viene, spesso, impiegato per il suo aspetto decorativo, non è raro infatti vedere i tigli nei parchi pubblici o nei viali cittadini, perchè sono alberi molto resistenti che producono dei fiorellini di colore giallo davvero carini e delicati. Nelle sue foglie e nei fiori sono presenti flavonoidi, cumarine, oli essenziali, mucillaggini, tannini e zuccheri utilizzati in fitoterapia per combattere l’insonnia, tachicardia, nervosismo e mal di testa, dovuto a stati d’ansia e di stress, perché svolgono azione rilassante sul sistema circolatorio, provocando un abbassamento della pressione.

Il tiglio, per le sue proprietà rilassanti e ansiolitiche può essere utile in caso di insonnia. Ed è, inoltre, una pianta indicata in caso di disturbi alle vie aeree, sia dei bambini che degli adulti perché, le mucillagini contenute soprattutto nei fiori, hanno una azione mucolitica e antinfiammatoria efficace in caso di tosse e catarro.

Per la sua azione sedativa e ansiolitica è usato sul sistema neurovegetativo, e per la sua proprietà ipotensiva sul sistema cardiocircolatorio, palpitazioni e ipertensione, causate da tensioni nervose e stress. Inoltre è un ottimo antispasmodico con effetti benefici sul apparato intestinale; indicato in caso di sindrome dell’intestino irritabile.

E’ ottimo l’ infuso di tiglio, facile da preparare. Fate bollire dell’acqua e poi spegnete la fiamma aggiungendo un cucchiaino di fiori e foglie di tiglio; coprite e lasciate in infusione per 10 minuti.
Ora filtrate l’infuso e bevetelo al momento del bisogno in caso di palpitazioni, tachicardia e nervosismo; oppure, prima di andare a dormire per usufruire dell’azione rilassante e sedativa. 🙂

E’ possibile utilizzare l’infuso di tiglio come Impacchi per gli occhi: imbevete delle garze o dischetti di cotone nell’infuso e applicate sugli occhi per alleviare la stanchezza, il rossore, le occhiaie.

Non ci sono particolari controindicazioni nell’utilizzo di questa pianta, se non per soggetti che hanno ipersensibilità e allergie al tiglio. In questi casi, l’assunzione può determinare un effetto lassativo o casi di orticaria.

Che tiglio sia! 🙂

LaNonna^^^

109 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *