Ciclo mestruale ed erbe naturali

La natura è ricca di archetipi (il cui significato nella tradizione platonica è “l’essenza sostanziale delle cose sensibili”), che ci rimandano a messaggi antichi e ricchi di saggezza. Anche il ciclo mestruale e le sue fasi ne contengono. Comprenderli e capirli è utile a vedere la femminilità e la magia che contiene.

La donna, così come tutto in natura, è soggetta a una ciclicità. Così come si evolvono le stagioni, le donne passano da un’essenza ad un’altra.

La natura della donna, a differenza di quella maschile che segue il principio della linearità, dominato da un pensiero logico, è portata ad un approccio olistico e creativo; la sua essenza, infatti, la conduce in uno stato di perenne creatività. Così come la natura crea e distrugge, la donna è portata a costruire e a disfare. La fase mestruale ogni mese mette in contatto la donna col principio di vita e di morte (l’ovulo è la promessa, la sua essicazione rappresenta la morte che cederà il passo ad una nuova opportunità di vita).
La luna e il ciclo mestruale sono fortemente connessi poiché il corpo femminile è sensibile alle fasi lunari.

La durata del ciclo sinodico della luna è di 29 giorni, 12 ore e 44 minuti e il ciclo della donna può variare rispetto a questo ed essere leggermente più corto o più lungo, corrispondendo così a fasi diverse della luna. La maggior parte delle donne però interagisce con questo ciclo in due modi: le loro mestruazioni coincidono – o sono molto vicine – con la luna piena oppure con la luna nera.

Il ciclo mensile fisico consiste di quattro fasi: preovulatoria, ovulatoria, premestruale e mestruale. All’interno di ciascuna ovaia vi sono gruppi di cellule, chiamate follicoli, che contengono ovuli immaturi. Durante la fase preovulatoria il follicolo matura producendo l’ormone chiamato estrogeno che stimola i tessuti del seno e dell’utero.

Intorno al 14-16° giorno del ciclo, un follicolo si rompe rilasciando un ovulo maturo; questa è la fase dell’ovulazione. Alcune donne avvertono certi sintomi fisici caratteristici di questa fase; questi possono includere un dolore alla zona pelvica, un lieve sanguinamento, un aumento del volume del seno o della sua consistenza, oppure insolite voglie di cibo. 🙂

Dopo l’ovulazione il follicolo viene chiamato corpo luteo e produce ormoni, progesterone ed estrogeni. Il progesterone prepara la parete uterina ad accettare l’ovulo fecondato. Se la fecondazione non avviene, il corpo luteo degenera gradualmente e i livelli di progesterone e di estrogeno scendono dando inizio alla fase premestruale. Il rivestimento interno dell’utero inizia poi a disintegrarsi portando al sanguinamento della fase delle mestruazioni.” – (Miranda Gray)

Miranda suddivide il ciclo in quattro fasi, la cui demarcazione chiaramente non è rigida e fissa, ma ciascuna fase si trasforma nell’altra seguendo il flusso di energia che il ciclo porta con sé.

Fase della Strega: La fase delle mestruazioni, generalmente coincide con la fase della Luna Nuova, è un periodo di introspezione, per dormire e sognare, per rallentare il proprio ritmo di vita. E’ un periodo adatto alla ricerca delle risposte ai problemi, poiché la donna diventa maggiormente conscia del suo mondo interiore.
Si apre ad energie più antiche e primordiali.

Il corpo ha meno energia fisica, è più pesante, seni e addome sono gonfi.
La vita mondana diviene meno importante ed attraente; socializzare e parlare può apparire superfluo. In questo periodo, vi sconsiglio di fare allenamenti, sport o andare in palestra.
L’estrema sensibilità ed empatia che caratterizzano questo periodo possono rendere il mondo esterno troppo pesante da sopportare, conducendo la donna anche a crisi di pianto.
Si può sentire l’impellente bisogno di esprimere profondi sentimenti di amore romantico ed il bisogno di essere ricambiate allo stesso modo.
La concentrazione può diminuire parecchio, causando spesso frustrazione e scoraggiamento.

Fase della Vergine: Il periodo che va dalla fine delle mestruazioni al termine dell’ovulazione è un momento di rinascita, di energia nuova e di entusiasmo. Le idee e le ispirazioni avute durante il periodo introspettivo precedente, ora possono prendere vita e concretizzarsi.
Il corpo dopo il ciclo si snellisce, diventa più energico e leggero, possiede più resistenza, ha meno bisogno di sonno.
Si riacquistano sicurezza e fiducia in se stesse.
La donna è così più proiettata verso l’esterno, verso un amore di tipo giocoso, il flirt, sente il bisogno di uscire, di incontrare persone.

Il periodo dell’ovulazione è chiamato “La fase della madre“. E’ un periodo di forza ed energia, privo di egocentrismo (fase della vergine). Le sue necessità perdono di importanza, e diventa attenta soprattutto ai bisogni del prossimo, irradia amore profondo e armonia. In questa fase la donna è in grado di assumersi responsabilità, di accudire, nutrire e dare vita a nuovi progetti ed idee.
Potrà attirare la gente come una calamita e le persone si rivolgeranno a lei per aiuto e sostegno più che in altri periodi.
Questa fase porta con sé un forte impulso sessuale il quale sarà accompagnato da un forte impulso creativo.

La fase dell’incantatrice: è la fase che va dalla fine dell’ovulazione sino all’arrivo della mestruazione.

La donna inizia a sperimentare il suo lato interiore. La sua sessualità diventa potente e diventa cosciente dell’effetto che questo può avere sull’uomo.
La forza fisica e la resistenza si riducono, e mentre la fase evolve, la donna può diventare agitata e irrequieta, con un bisogno crescente di attività, ma senza una vera direzione.
Questa inquietudine può causare rabbia, frustrazione, auto-analisi distruttive.
Aumenta il bisogno di dormire anche se la mente è spesso irrequieta e troppo attiva per rilassarsi.
La donna può essere soggetta a sbalzi di umore, e mostrarsi, verso la fine del ciclo incapace di fare fronte ai problemi della quotidianità.
Vi è un abbondante rilascio di energie creative e di pensieri intuitivi.

È perciò consigliato di annotare su un diario per alcuni mesi, le nostre sensazioni, stati d’animo, pensieri, umori, debolezze, punti di forza, per approfondire la conoscenza dei nostri ritmi personali, e delle caratteristiche delle nostre fasi, in modo da coglierne ed utilizzarne i doni, che ciascuna di queste porta con sé.

Noi donne possediamo un potere immenso che ci dona gli strumenti per andare oltre le aspettative del quotidiano, ci dona concentrazione, ragionamento logico, migliora le nostre relazioni, favorisce le nostre capacità nel trovare soluzione nella risoluzione dei problemi, ci porta una visione creativa e senza limiti, inoltre ci dona una comprensione profonda.

Articolo scritto da Paola Cavadini Moon Mother avanzata.

Durante tutte queste fasi, possiamo prenderci cura della nostra magica femminilità e del nostro potere creativo grazie all’utilizzo di erbe, vediamo qualche possibilità di abbinamento:

Tisana: in una tazza di acqua bollente mettere in infusione per 3 – 4 minuti una miscela delle erbe:
Santoreggia         gr.10
Biancospino         gr.20
Rosmarino            gr.20
Bere una tazza al mattino

Ciclo mestruale doloroso
Decotto: in una tazza di acqua bollente mettere in infusione per 3 – 4 minuti una miscela delle erbe:
Fragola                 gr.20
Melissa                 gr. 20
Calendula             gr.20
Bere una tazza alla sera prima del sonno 8 giorni prima del ciclo.

Tisana: in una tazza di acqua bollente mettere in infusione per 3 – 4 minuti una miscela delle erbe:
Arancio          2 – 4 spicchi  
Lavanda         gr.10
Fragola          gr.20
Malva             gr.20
Bere due tazze al giorno e fare almeno tre cicli di 20 giorni alternati a 3 – 4 di riposo.

Per ciclo scarso e irregolare.
Tisana: in una tazza di acqua bollente mettere in infusione per 4 minuti una miscela delle erbe:
Prezzemolo          gr.20  
Cerfoglio              gr.10
Millefoglio             gr.20
Bere due tazze al giorno lontano dai pasti e fare almeno tre cicli di 20 giorni alternati a 3 – 4 di riposo.

2 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *