Cibi acidi e Cibi Alcalini

L’equilibrio acido-base è il risultato di una serie di reazioni chimico-fisiche che avvengono all’interno dell’organismo e che sono influenzate da fattori esterni ed interni. Ma cosa accade concretamente nel nostro corpo? Durante il corso della giornata il cibo che mangiamo e l’ossigeno che respiriamo ci forniscono l’energia necessaria per adempiere a tutte le nostre funzioni: studiare oppure lavorare, camminare, pensare e per tutte le numerosissime funzioni biologiche che avvengono all’interno delle nostre cellule. Per trasformare gli alimenti e l’ossigeno in nutrizione ed energia, l’organismo produce scorie metaboliche acide che vengono eliminate attraverso le urine, le feci, il sudore ma anche attraverso la respirazione.

[Ad-Sense]

Molte fra queste scorie metaboliche acide vengono condotte agli organi escretori attraverso il sangue che, a sua volta, ne elimina una certa quantità. Quando le scorie vanno oltre una certa soglia e il nostro organismo non è più in grado di neutralizzarle insorge l’acidosi.

L’acidosi=alterazione dell’equilibrio acido-base.

Come dovrebbe essere composta la nostra alimentazione quotidiana?
Per mantenere o ristabilire il corretto equilibrio acido-base vanno adottate misure alimentari corrette (apporto di una maggiore quantità di alimenti alcalini) e un salutare stile di vita, nel quale dare spazio a movimento regolare, riposo e sonno adeguati.
Perché la dieta dev’essere possibilmente sbilanciata in favore dei cibi alcalini? Fatte le dovute eccezioni, il nostro corpo è in equilibrio quando il pH è intermedio, poichè la maggior parte dei nostri organi (con eccezioni per alcune zone dell’apparato digerente e della cute, per gli organi genitali ed altri limitati distretti) operano al meglio in un ambiente vicino al neutro (pH 7). Esagerare con l’introduzione di alimenti acidi, così come consumare troppi zuccheri raffinati (dolci) o fare sport estremo, comporta la tendenza dell’organismo a creare un ambiente meno adatto al fisiologico funzionamento dei nostri apparati.

Scarica la tabella in .pdf

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *