Eliminare il calcare dal bollitore…

Tre soluzioni con altrettanti ingredienti…più uno misterioso ma super conosciuto. 😉

Acido citrico: lo possiamo trovare nei negozi di prodotti naturali, in farmacia, in erboristeria ma anche on line in pratiche scatole in plastica con coperchio richiudibile, in granuli o polvere. Il costo? Circa 7 euro al kilo.

  • Acqua
  • Spugna

Come procede:

Se il calcare è poco, basterà un cucchiaio da cucina di acido citrico, per calcare resistente invece meglio due. Riempiamo di acqua il bollitore da pulire, già contenente la giusta quantità di acido citrico, e portiamo lentamente ad ebollizione. Spegniamo e lasciamo agire per almeno un’oretta affinchè la soluzione faccia il lavoro per cui l’abbiamo impiegata. Terminato il tempo, svuotiamolo e con l’aiuto di una spugnetta abrasiva, da usare con grande delicatezza, eliminiamo ogni residuo di calcare dalle pareti del bollitore, sciacquando più volte con molta cura.

In alternativa possiamo usare l’aceto bianco al posto dell’acido citrico, più economico ma altrettanto efficace. In questo caso i tempi si allungano e il prodotto impiegato è maggiore: le dosi saranno ¾ di acqua alla quale, una volta portata a ebollizione, aggiungeremo aceto fino all’orlo massimo. Lasciamo agire poi la soluzione per tutta la notte: al mattino sciacquiamo con cura più volte e riportiamo a ebollizione con acqua pulita. Ripetiamo poi, fino a che non sia eliminato tutto il calcare dalle pareti del bollitore insieme all’odore dell’aceto.

Oppure possiamo usare il Bicarbonato.

E’ importante ricordare, infatti, che poiché il bollitore è realizzato in metallo, generalmente acciaio, non è affatto una buona idea quella di grattare via le macchie con la paglietta abrasiva sia perché la superficie si rovina, sia perché rischiamo di ingerire residui di ciò che portiamo via durante l’abrasione.

Il bicarbonato va mescolato ad un po’ d’acqua e questa leggera pastella va quindi applicata direttamente sulla macchia o residuo di calcare che desideriamo togliere. A questo punto, tuttavia, dovremo comunque lavare l’interno del bollitore, ricorrendo all’aceto, come fatto precedentemente.

✨✨✨Potete unire anche bicarbonato e aceto senza acqua o far bollire. Lasciate agire e poi pulite per bene il bollitore. Facile, veloce, economico.

Con il Limone

Il limone può essere utilizzato per sgrassare e togliere il calcare dal nostro bollitore elettrico… La pulizia del bollitore fatta in questo modo può richiedere un po’ di tempo, ma resterete lo stesso soddisfatti del risultato.

Ingredienti

  • 2 cucchiai di succo di limone
  • Acqua (quanto basta a riempire il bollitore stesso)

Istruzioni

Prendete il bollitore e e riempitelo con 2 cucchiai di succo di limone. Poi, dovete aggiungere l’acqua, facendo in modo che questa arrivi fin quasi all’orlo del bollitore stesso.

Accendete il bollitore e attendete che l’acqua inizi a bollire. A questo punto, lasciate che l’acido citrico contenuto nel succo di limone faccia il suo effetto e scrosti via il calcare.

Aiutandovi con una spugnetta che non abbia effetto abrasivo, portate via il calcare delicatamente e le macchie che si trovano lungo il rivestimento del bollitore. Portate nuovamente a ebollizione e quindi spegnete e buttate via l’acqua.

✨✨✨Ingrediente misterioso… potete provare a far bollire la coca cola. La Coca-Cola ha le stesse qualità dell’aceto di vino bianco: basta versarne un po’ nella macchina, fare bollire, eliminare il liquido caldo e risciacquare bene. Potete passare anche una spugna per eliminare gli ultimi residui di calcare o ripetere l’operazione se lo ritenete necessario. 😊

3 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *