Come pulire le perle

Le perle sono formate da carbonato di calcio in forma cristallina e sono prodotte dai Molluschi stessi. La formazione nasce quando un corpo estraneo, ad esempio un pezzo di conchiglia, s’insidia nella cavità dell’ostrica, innescando un meccanismo di difesa.

Affinchè i tessuti dell’animale vengano difesi dall’irritazione causata dal corpo estraneo, quest’ultimo viene ricoperto da strati di madreperla. Vengono formati anche strati di calcio ed altri materiali, un mix che poi genera le preziose perle.

Il colore più comune per le perle è il bianco, ma esistono anche quelle rosaviolagrigiecrema e nere. Le ostriche che generano queste ultime, sono molto delicate e, spesso, nel tentativo di generarle, muoiono. Questo è il motivo per cui sono molto più rare e, soprattutto, costose.

Le perle, oltre a distinguersi per colore e forma, vengono diversificate anche per il tipo di origine. Infatti, esistono quelle di acqua dolce e quelle di acqua salata.

Quelle di acqua dolce vengono allevate in fiumi e laghi, mentre le altre arrivano dalle lagune e dall’oceano (Le perle di acqua salata sono divise in tre categorie: South Sea, Tahiti e Akoya). [info: eroidelgusto.it]

Come possiamo conservare e pulire le nostre perle?

Uno dei principali pericoli per le perle è che si asciughino. La loro origine organica e luogo acquatico in cui hanno avuto origine, rendono necessaria una certa idratazione. Importante, dunque, controllare la temperatura di conservazione che dovrebbe essere moderata e costante, evitando l’esposizione a fonti di calore.

Anche il freddo non va troppo bene così come le oscillazioni termiche pronunciate. Altra accortezza: mai conservare le perle in ambienti a tenuta stagna, ad esempio in sacchetti di plastica ermetici: le perle “respirano”, hanno bisogno di aria nuova che abbia un certo grado di umidità.

Per la pulizia bisogna assolutamente evitare i prodotti con ph acido e preferite un panno morbido inumidito con acqua e, al massimo un po’ si sapone a ph neutro.
La pulizia è consigliata una volta al mese.

0 Condivisioni

4 commenti

  1. I vostri consigli sono sempre preziosi

  2. Ludovica Percopo

    Grazie per il consiglio. Proverò senz’altro!

  3. Andrebbero anche immerse in acqua salata essendo le perle provenienti dal mare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.