La musica: arte divina

La musica è un arte divina, sono numerosi i benefici che apporta alla nostra salute: modifica il battito cardiaco, la respirazione, la concentrazione ma anche la produzione ormonale.

Per comprendere questo bisogna accettare il fatto che tutto è vibrazione e tutto è energia, il suono vibra circa un milione di volte più lento rispetto alla luce.

Può essere, dunque,  davvero terapeutico, in base al tipo di vibrazione agisce sul nostro corpo in modo costruttivo o distruttivo. I suoni disarmonici danneggiano le strutture proteiche dell’organismo mentre quelli puri creano la salute delle cellule.

musica

Studi hanno dimostrato come il DNA possa essere riprogrammato attraverso le vibrazioni di parole e altre frequenze. Il DNA si replica a 8 Hz e in natura come nell’arte troviamo sempre la proporzione aurea.

E’ stata proposta la Scala Aurea basata sulla matematica dell’8 ovvero la matematica della vita. L’idea è quella di sostituire l’intonazione del LA a 440 hz con quella a 432 hz (numero che fa parte della matematica dell’8). Molti autori l’hanno utilizzata e la utilizzano ancora. Mozart, Bach ma anche Pink, Bon Jovi o Robbie Williams.

Attualmente il LA è intonato a 440 hz che però crea disarmonia con il corpo umano dove appunto vige la regola della matematica dell’8. Questa intonazione è stata decisa da Hitler nel periodo nazista in quanto sembra che nelle SS questa musica creava la giusta aggressività nei soldati.

Ananda Bosman ha ulteriormente perfezionato la musica utilizzando l’intonazione del DO a 256 hz e quella del LA a 432 hz. Con questi suoni i risultati sono straordinari.

Prova quindi a cambiare le tue abitudini, cercando nei negozi o nei siti solo questo tipo di musica, riequilibrerà le tue cellule!

 

27 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *