Pulizia dei metalli: argento e oro

Questo è il primo di una serie di articoli dedicati alla pulizia dei metalli. Successivamente vi daremo consigli sulla pulizia di bronzo e acciaio, infine vedremo come pulire il rame e ottone.

Per la pulizia di oggetti in argento si posso utilizzare ingredienti naturali e di uso quotidiano come aceto, bicarbonato, sale o limone.

Per ottenere ottimi risultati, le superfici metalliche andrebbero trattate regolarmente perché sono soggette ad ossidazione e tendono ad opacizzarsi.

Esistono diversi rimedi antichi per riportare la lucentezza.

OGGETTI D’ARGENTO

Un metodo molto efficace per pulire l’argento consiste in un liquido costituito da acqua di cottura delle patate e qualche cucchiaino di aceto. Si imbeve un panno inumidito in questa miscela e si passa sulle superfici da pulire. L’importate poi è asciugarle con un panno di cotone morbido. L’acqua di cottura delle patate può essere utilizzata anche per immergere gli oggetti in argento lasciandoli a mollo per un’oretta e poi risciacquandoli e asciugandoli.

pulizia

Un altro modo è usare il dentifricio (quello bianco) applicandolo su un panno morbido pulito e passandolo sull’oggetto in argento. Si lascia asciugare per qualche minuto, si risciacqua con acqua tiepida e si asciuga con un panno di cotone asciutto.

Per evitare che l’argenteria si ossidi e formi quella patina scura in superficie, si può usare i bicarbonato di sodio. Preparate un composto con un cucchiaio di sale e uno di bicarbonato per un litro d’acqua. Imbevete in questo preparato una spugnetta e passatela sull’oggetto strofinando in maniera più vigorosa sulle macchie più ostinate.

Un altro rimedio per le macchie scure è l’aceto. Preparate una soluzione con tre cucchiai di aceto bianco in un litro d’acqua. Immergete una spazzola morbida e sfregatela sull’argenteria. Oppure immergete gli oggetti a bagno in una pentola con ceto bianco e fate bollire per un quarto d’ora.

ORO

Per far tornare bellissimi i nostri gioielli d’oro opacizzati nel tempo, la nonna consiglia di metterli a bagno in una miscela di succo di melone con i suoi semi. Lasciate riposare per qualche minuto dopodiché risciacquate e asciugate con un panno asciutto.

puliziaAltro metodo efficace è l’utilizzo dl dentifricio. Spalmatene un po’ su tutta la superficie del gioiello, strofinate con uno spazzolino, sciacquate in acqua calda e ripassate lo spazzolino per togliere i residui di schiuma. Asciugate con un panno di microfibra.

134 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *