Tinture e trattamenti naturali per capelli sani e belli

L’henné è senza dubbio il colorante per capelli di origine vegetale più conosciuto. Oltre a tingere, questo prodotto presenta un elevato contenuto di tannini col potere magico di irrobustire la chioma e rendere i capelli più corposi.

Le tinture chimiche tendono ad indebolire i capelli e ad irritare il cuoio capelluto. Le tinture vegetali, invece, permettono di nutrire il fusto e si prendono cura della cute.

L’henné è un colorante naturale al 100% ricavato dalle foglie essiccate di un arbusto, la Lawsonia inermis, poi ridotte in polvere. Dotata di proprietà astringenti e coloranti, la Lawsonia Inermis è utilizzata per scopi cosmetici grazie alla presenza di un composto tintorio chiamato lawsone che, mescolato con acqua calda, assume un tipico aspetto pastoso di colore rosso scuro.

Dalle foglie essiccate e macinate di Cassia Auriculata, una pianta largamente utilizzata nella cura dei capelli fin da tempi antichissimi, si ottiene una polvere finissima con un’azione ristrutturante e rinforzante.
La Cassia Auriculata e Cassia Obovata, pur trattandosi di varietà diverse, presentano gli stessi benefici, entrambe infatti vengono utilizzate per rinforzare i capelli soprattutto se sono sottili, deboli e danneggiati, donandogli corpo e volume.
Spesso la Cassia viene definita anche hennè neutro, pur non trattandosi di hennè vero e proprio. A differenza dell’hennè infatti la cassia non tinge, in quanto non contiene pigmenti tintori nella sua composizione chimica. Pur essendo diversa, condivide con l’hennè la sua capacità di rinforzare i capelli sottili e che tendono a spezzarsi.


La polvere di Cassia mescolata con acqua, consente di ottenere una pasta molto liscia, priva di grumi. Il composto ottenuto si stende molto facilmente sui capelli e si risciacqua con rapidità senza lasciare residui.
L’azione rinforzante, ristrutturante e lucidante della Cassia, può essere di grande aiuto anche in caso di capelli danneggiati e sfibrati, a causa di un uso eccessivo di tinture chimiche per capelli, phon e piastre ad alte temperature.


Si possono creare in casa, in modo facile e veloce, dei veri e propri impacchi curativi, usando un hennè neutro (senza erbe tintorie) solo per il suo effetto rinforzante e curativo sul capello oppure, unito a erbe tintorie se si volesse dare anche un riflesso particolare alla chioma.

Ricetta base tradizionale – prevede di sciogliere in acqua calda la polvere di henné, in modo da ottenere un impasto denso da applicare direttamente sui capelli appena lavati ed ancora umidi. Oltre all’acqua e alla polvere di henné è possibile aggiungere un barattolo di yogurt bianco per rendere più morbidi e idratati i capelli.

Si applica il composto sui capelli e si ricopre il capo con una pellicola trasparente o cuffietta da doccia. Si lascia in posa per un tempo variabile fra 30 minuti e 2-3 ore, tenendo ben presente che la colorazione finale sarà più intensa se il tempo di posa sarà più lungo. Trascorso il tempo necessario che abbiamo deciso, si rimuove il tutto risciacquando abbondantemente con acqua tiepida.

L’utilizzo della Cassia, inoltre, consente di riportare il cuoio capelluto alla sua normale condizione, ripristinandone il pH e purificandolo a fondo; questa caratteristica permette di favorire la crescita di capelli sani e forti partendo appunto dalle radici.
Si tratta di un vero toccasana per la salute dei cuoio capelluto, in quanto può vantare spiccate doti sebo riequilibranti, capace di agire in maniera delicata e naturale sui capelli grassi ed in presenza di forfora grassa o secca.


L’aggiunta di Cassia agli impacchi tintori permette di modularne le sfumature e la colorazione, in quanto rende i toni più chiari: risulta per questo utile se usata con l’hennè o con altre polveri tintorie quando non si ha intenzione di scurire troppo i capelli. Più Cassia si aggiungerà, minore sarà l’effetto tintorio di tali erbe.
Usata con l’hennè – consente inoltre di evitare la stratificazione del colore, che con il tempo e con molte applicazioni, potrebbe risultare sempre più scuro.

Preparazione di un Impacco con sola Cassia – basta aggiungere la dose giusta di polvere in una ciotola e versare a filo dell’acqua calda, non bollente. Mescolare di continuo mentre si versa l’acqua fino ad ottenere una pastella liscia e senza grumi, dalla consistenza simile allo yogurt.
A questo punto la miscela è pronta per essere applicata. Si consiglia di utilizzarla sui capelli puliti, dopo lo shampoo o sui capelli lavati da meno di 24 ore. Distribuire il composto sul cuoio capelluto e scendere fino alla punte; infine avvolgere i capelli con una cuffia da doccia e lasciare in posa dai 35-45 minuti a 2-3 ore.
Al termine sarà sufficiente lavare i capelli solo con acqua per togliere ogni residuo; potrà inoltre non essere necessario usare un balsamo.


A differenza dell’hennè la Cassia non va fatta ossidare, ma va usata subito dopo la sua preparazione. Si possono aggiungere anche altri ingredienti che ne aumentano l’idratazione come i gel idratanti (aloe vera), miele o spirulina, invece non è consigliato usare sostanze oleose.

Non ho una marca preferita di hennè perchè ne sto provando e sperimentando diverse… Il divertimento è nella preparazione che essendo completamente personale, in base al colore di partenza e a quello di arrivo, o al tipo di capello (secco, sfibrato, grasso, lungo, corto, ecc. ecc…) che non è possibile dare dosi precise. Ognuno deve sperimentare da sè. In internet ci sono molti siti validi che danno una mano nella scelta del prodotto e nelle dosi da usare, una tabella utile è la seguente:

Felici Scoperte❤️a voi…

0 Condivisioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.